Trucco, come lavorare nel mondo della moda

0
67
mondo della moda

Hai sempre sognato di vivere la vita di Andrea Sachs insieme alla famigerata Miranda Priestly del capolavoro cinematografico Il diavolo veste Prada? Ti senti creativo, innovativo e vuoi lanciare una nuova linea di moda? Allora sei capitato nel posto giusto perché oggi andremo a scoprire come iniziare un percorso lavorativo nel mondo della moda, un settore talmente importante e dal forte impatto sociale che è impossibile negarlo. La moda ci appartiene, tutto gira attorno ad essa e non riguarda solo il vestiario in sé ma qualsiasi cosa che possa essere legata ad un trend, ad un’usanza sia essa passeggera o divenuta una vera e propria iconografia(chi si scorda lo stile rock e urban di Madonna negli anni 80?). Fare moda significa tenersi aggiornati e comprendere cosa alla gente possa piacere e desiderare. Rispetto ai canoni passati le tendenze moda focalizzano ormai la maggior parte delle proposte sulla naturalezza del corpo, sulla valorizzazione delle proprie forme e sulla libertà di esprimere se stessi. Proprio per questa ragione mai come adesso è possibile intraprendere un percorso lavorativo all’interno del settore, ma da dove partire? E’ possibile lavorare nella moda senza alcuna esperienza? Non bisogna necessariamente avere titoli di studio ma bisogna focalizzarsi su alcuni importanti aspetti, scopriamoli insieme

Seguici su ecodellalombardia per rimanere aggiornato su altri argomenti e news

Come entrare nel mondo della moda: lavora con la tua passione e la tua creatività

Rispetto a quanto si possa pensare, entrare nel mondo della moda non è complicato o impossibile. In realtà spesso si crede che il settore sia quasi elitario e del tutto impenetrabile, formato da una rete talmente fitta che risulta quasi impossibile trovare un proprio spazio ma non è così. Ciò che sicuramente aiuta nella realizzazione dei propri obiettivi e desideri è la forte creatività che non riguarda il sapere scegliere esclusivamente  i giusti abbinamenti di colori e vestiti ma deve riguardare un gusto personale ed innovativo nel ‘saper fare moda’. La moda è ciò che ci spinge ad andare in un negozio per comprare l’ultimo golfino di Fendi o la linea di make up di Rihanna, che  spinge verso nuovi orizzonti e nuove prospettive, ragion per cui bisogna essere creativi già nel proprio stile di vita. Oltre alla creatività serve di certo la caparbietà ed anche un pizzico di superbia poiché le proposte sono talmente tante che tutti in fondo credono di poter donare alla società un qualcosa di mai visto prima. Cosa bisogna fare quindi per iniziare un percorso lavorativo all’interno della moda e soprattutto farsi notare da un’azienda? Scopriamo insieme 5 consigli utili per intraprendere questo fantastico percorso

  1. Sii creativo: come dicevamo poco fa, essere creativi non significa esclusivamente saper abbinare i colori o una borsa ad un paio di scarpe. Essere creativi significa saper riconoscere un’idea quando arriva, focalizzarla, analizzarla e poi produrla. La creatività è un processo innato che va coltivato ogni giorno, ecco perché bisogna disegnare quotidianamente, buttare giù qualche schizzo o qualche idea istantanea per poi confrontarle con il settore e capire quale possa essere la migliore.
  2. Non smettere di studiare: rispetto a quanto si pensa, non basta saper disegnare o progettare un vestito, un pantalone o una camicia per affermarsi nel mondo della moda. Bisogna informarsi, studiare costantemente tutte le tendenze moda presenti sul campo e non arrendersi al primo no. Continuate ad informarvi, a fare ricerche sui tessuti, sulla vestibilità dei prodotti finali e focalizzatevi sul vostro obiettivo ovvero quello di far conoscere prima o poi la vostra idea di moda, di bellezza e di passione.
  3. Cura i dettagli: se ad esempio volete proporvi ad un’azienda come stilisti, il vostro portfolio è essenziale poiché rappresenta il vostro curriculum creativo. Curate ogni aspetto del portfolio, dalla presentazione all’impaginazione, dalla scelta dei colori alle immagini arrivando persino al vostro outfit personale. Dovete essere impeccabili e allo stesso tempo morbidi in modo che possa trasparire tramite il modo in cui vi presentate la vostra personalità. Va benissimo anche un estro esagerato purché chi vi fa il colloquio sia attratto principalmente dal vostro modo di fare moda.
  4. Partite dal basso: senza un minimo di esperienza, le aziende più importanti difficilmente vi prenderanno in considerazione e voi stessi potreste avere parecchie difficoltà sul campo. Iniziate dalla vostra città, chiedete a delle boutique artigianali di farvi fare uno stage e non smettete mai di appuntare, chiedere e fare domande. Quella sarà la vostra prima esperienza e dovrete porre le basi per il futuro che vi aspetta. Non perdete mai la voglia di imparare ed i risultati non tarderanno ad arrivare.
  5. Curate i vostri canali social: nell’epoca in cui viviamo, una presentazione azzeccata del vostro profilo Instagram o Facebook può essere la chiave per il successo. Moltissime aziende prendono in considerazione profili colorati, ben impaginati e con immagini forti e d’impatto. Curate quindi l’aspetto estetico del vostro canale se è scialbo, confrontate i vari profili famosi e create una vostra immagine personale. Il successo non tarderà ad arrivare!